Mission & Vision

“Partecipare è facile, vincere è più difficile”

Franco Nones

medaglia d’oro alle Olimpiadi di Grenoble 1968

In un sistema sportivo che punta al massimo risultato agonistico, il processo di identificazione del talento ed il suo sviluppo psicofisico sono di fondamentale importanza.

Forte di questa convinzione il CONI, definisce attraverso il progetto Talenti 2020, un percorso di medio – lungo termine condiviso con il settore scientifico di ogni singola Federazione Sportiva Nazionale aderente all’iniziativa. Obiettivo: supportare l’atleta nella sua fase di crescita umana e sportiva attraverso un’azione organica in grado di mettere in relazione tutti i soggetti coinvolti nel processo di crescita ed affermazione del talento (atleta, tecnici, genitori, scuola).

Il CONI, tramite la gestione operativa del Comitato Provinciale, aggrega in una banca dati, test, questionari, valutazioni funzionali al fine di verifcare la validità del progetto e la replicabilità dello stesso a favore delle società sportive interessate al protocollo di lavoro oltre ad ottenere uno storico in grado di definire le qualità dell’atleta ed eventuali anomalie.

Il Trentino, partner istituzionale del progetto, mette a disposizione i propri impianti sportivi d’eccellenza e le competenze accademiche di esperti, in seno al Comitato Provinciale del CONI, riconosciuti a livello nazionale oltre all’importante consulenza del CeRiSM di Rovereto.

Gli atleti coinvolti, convocati dalle rispettive Federazioni, svolgono in Trentino tre stage d’allenamento e formazione di tre giorni ciscuno.

Le singole Federazioni Sportive individuano gli atleti di interesse nazionale in una fascia d’età tra i 12 e i 18 anni secondo un orizzonte temporale proiettato alle Olimpiadi di Tokyo 2020.