In un sistema sportivo che punta al massimo risultato agonistico, il processo di identificazione del talento e la gestione del suo sviluppo psicofisico sono di fondamentale importanza. Talenti2020, mettendo in gioco esperienze e competenze uniche, propone un’azione organica che mette in stretta relazione tutti i soggetti coinvolti nel processo di crescita ed affermazione del talento (atleta, tecnico, genitori, scuola). Il Trentino, in stretta collaborazione con il CONI Nazionale, si mette a disposizione proponendo le proprie eccellenze, peculiarità ed unicità. Le Federazioni Sportive Nazionali coinvolte costruiscono, cogliendo questa opportunità, il percorso che accompagna e supporta il giovane talento, da loro identificato, nel crescere e diventare “campione”.

Talenti2020, progetto pilota che vede il suo inizio nel 2011, si caratterizza per:

  • Ritiri, collegiali, stage di allenamento, con piena disponibilità di strutture sportive, artificiali e naturali, in una sorta di “palestra a cielo aperto”. Ogni Federazione seleziona per il progetto un numero massimo di 25 atleti e 5 tecnici per 3 stage annuali di 3/4 giorni
  • Test fisici, prove di valutazioni funzionali, ricerche finalizzate al miglioramento della prestazione presso il Cerism, centro universitario di Rovereto
  • Supporto medico sanitario, in convenzione con il sistema sanitario provinciale, presso il presidio ospedaliero S.Maria del Carmine di Rovereto, con l’obiettivo di fornire ai medici responsabili delle Federazioni un supporto costante e strutturato nello svolgimento della propria funzione
  • Un percorso formativo ed educativo che aiuti a prendere coscienza di che cosa significhi essere talento e di quale percorso sia necessario fare per diventare campione, operando su tutto ciò che ruota attorno al giovane atleta (genitori, scuola, tecnici della società sportiva, ecc) affinché tutti conoscano ma soprattutto contribuiscano al miglior svolgimento del percorso stesso.

L’obiettivo è quello di arrivare a definire un percorso condiviso, di medio – lungo termine, che “accompagni” e supporti il giovane talento nel crescere e nel diventare “campione”.

A chi lo proponiamo?
Il CONI nazionale ha individuato, di concerto con il CONI di Trento, cinque Federazioni sportive nazionali, ed ha proposto loro le linee guida del progetto. Sono poi le singole Federazioni che definiscono, in un quadro complessivo di opportunità proposte dal Trentino, i singoli percorsi a seconda delle esigenze, delle peculiarità e dell’impostazione definite al loro interno.

A chi è rivolto?
Sono le singole Federazioni che individuano gli atleti a livello nazionale e la fascia d’età (indicativamente compresa tra i 12 e i 16 anni) ai quali proporre il progetto. L’obiettivo è quello di pensare ad un progetto a medio – lungo termine, proposto a quei giovani talenti individuati come possibili atleti partecipanti alle Olimpiadi del 2020.

Quale l’impostazione a livello generale?
Potendo contare da subito su risorse economiche e soprattutto su esperienze e competenze importanti a disposizione per il primo triennio di attività, è possibile impostare un lavoro duraturo e strutturato nel tempo.

Be Sociable, Share!