Gasperini: “Diamo ai bambini la possibilità di sviluppare le loro capacità”

10 ottobre 2018

“In questo periodo, almeno nel calcio, in Italia non riusciamo ad avere particolari talenti. Eppure l’80% dei bambini gioca a calcio: la base è ampia, pochi paesi hanno un numero così alto di bambini che giocano a calcio, ma non abbiamo talenti. Il problema dunque non sono i bambini, che sono tanti, ma gli adulti che non sono efficaci nel coltivare il talento. L’oratorio non è più una risorsa così diffusa, le scuole calcio sono importanti, ma non efficaci. Il modo migliore per coltivare il talento è dare ai bambini la possibilità di non avere specializzazioni, ma piuttosto di sviluppare le loro capacità coordinative, correre, rotolarsi, saltare, fare capriole… ritardano la selezione. Gli allenatori scelgono sempre i bambini più sviluppati fisicamente, più alti, più forti, e questo non va bene”.

Gian Piero Gasperini

Allenatore Atalanta B.C.