P_20160624_113357

Primi passi per la scherma nel progetto Talenti 2020

Primi passi per le promesse della scherma. Nei giorni scorsi si è svolto il primo stage ufficiale della Federscherma dopo l’entrata nel progetto Talenti 2020. Agli ordini dei tecnici e dello staff, 20 ragazzi e ragazze di tutte e tre le specialità fioretto, spada e sciabola) hanno trascorso un paio di giorni a Rovereto tra test di valutazione fisica, incontri con la psicologa e la biologa nutrizionista. Un primo step molto importante per gettare le basi operative di quello che sarà un rapporto che legherà la federazione a Rovereto per almeno 3 anni. Mentre gli atleti sudavano al Cerism, abbiamo incontrato il preparatore atletico nazionale della spada Edoardo Kirschner.
P_20160624_113357
Come valuta il primo impatto con Rovereto e il Progetto?
L’impatto è assolutamente positivo, noi tecnici, allenatori e maestri dobbiamo soltanto ringraziare per questo progetto portato avanti dalle federazioni in collaborazione con il Coni. Abbiamo uno staff di tecnici di prim’ordine che ci sta supportando e sta svolgendo dei test di valutazione funzionale. Abbiamo tanto da imparare, ma anche degli strumenti di valutazione scientifici all’avanguardia e stiamo cercando, assieme al responsabile Andro Ferrari di trovare sia per la spada, ma in generale per tutta la scherma, un test di valutazione specifico per le capacità motorie delle nostre discipline. Ferrari è stato entusiasta di questa richiesta perché apre un notevole ventaglio di possibilità nell’ambito della ricerca sia per ulteriori studi sia anche per eventuali pubblicazioni studi.
I ragazzi cP_20160624_113330ome hanno reagito?
I ragazzi sono entusiasti e contenti. Già abbiamo svolto degli incontri con ragazzi giovani dove si fa molta preparazione fisica, e si tira. E’ però evidente che qua c’è un approccio, diverso, un metodo scientifico e ufficiale che in questo senso è unico. Si tratta della prima volta che riusciamo ad affrontare un percorso del genere. I giovani si rendono conto dell’importanza di questo progetto che proseguirà per alcuni anni. Noi abbiamo individuato dei ragazzi che sono dei talenti perché hanno già dimostrato di avere speciale, ma se non si procede per la strada giusta si corre il rischio che questo talento si perda o addirittura abbandoni. Un talento spesso è un ragazzo che all’inizio fa cose straordinarie e che se non viene seguito nella maniera corretta si perde, perché alla prima sconfitta cominciano a nascere dubbi e incomprensioni. Il grosso problema è questo e ci stiamo mettendo mano.P_20160624_111551

A partire dalla preparazione fisica.
Esatto. Vorremmo che si raggiungesse una condivisione di intenti nelle linee guida della preparazione fisica, quello che un po’ è mancato. Fino adesso si è assistito a uno scollamento tra federazione, tra lo staff, i ragazzi e i loro centri; noi vorremmo invece ci fosse una condivisione di intenti, una maggiore comunicazione, un percorso duraturo nel tempo che a mio parere soltanto del bene agli atleti. Finora ci sono state grosse problematiche in questo senso e questa iniziativa ha come obiettivo creare un canale di comunicazione tra noi, tra tecnici singoli, società famiglie e trovare un percorso comune per bene problemi. Altrimenti pur agendo in buona fede e pensando di fare il bene dell’atleta, ognuno ha le sue idee e se le porta inevitabilmente magari finisce per remare contro gli altri tecnici. In questo modo non si fa il bene degli atleti.  P_20160624_112051
Anche perché sinora la scherma ha sempre goduto di grandi campioni.
Abbiamo, abbiamo avuto e continuiamo ad avere talenti straordinari in tutte le discipline. Ragazzi eccezionali che si allenano con dedizione 6 volte alla settimana e quando ci sono le gare anche 7 volte la settimana. E’ evidente che il talento va supportato innanzitutto dalla federazione, poi dallo staff, dalle famiglie e dai tecnici delle rispettive società. Se riusciamo a trovare una condivisione di intenti e un canale di comunicazione che possa permetterci di proseguire in questo percorso abbiamo vinto.

Be Sociable, Share!