_A6A0733 ok

Nuovi modelli per i giovani sportivi: la parola a Walter Bolognani (nuoto)

Modelli di riferimento attuali per i ragazzi di oggi puntando su divertimento e serenità. Così il responsabile delle nazionali giovanili di nuoto, Walter Bolognani, che nel convegno “Politica e Politiche sportive a confronto: linee di pensiero e strategie d’azione possibili” ha posto l’accento sulla responsabilità dei tecnici, oltre a quella dei genitori, (già evidenziata nel precedente articolo del nostro sito, ndr) da don Alessio Albertini: “Quello che il tecnico deve fare – ha spiegato Bolognani – è riuscire a costruire attorno al bambino le condizioni per cui non manchi mai il divertimento. Negli anni ’70 il modello di riferimento era Calimero che attraverso diverse peripezie riusciva a ottenere la sua soddisfazione nell’episodio che si concludeva con il consueto lieto fine. Ora il lieto fine è dato per scontato. Il modello televisivo, il modello dello smartphone propone un modello vincente: tutto è bello, tutto è facile e tutto è a portata di mano e automatico. Ecco perché come tecnici abbiamo la necessità di non perdere tempo, perché i ragazzi sono veloci e noi siamo rimasti agli anni di Calimero. Oggi dobbiamo rincorrere i ragazzi per capire attraverso Walter-Bolognani-Criteria-2015i messaggi e gli input che ricevono i loro bisogni e le loro esigenze, per far sì che attraverso un percorso riescano a trovare un loro equilibrio senza dare eccessiva importanza al risultato eclatante. L’importante è trovare un riscontro in termini di serenità, sapendo che l’atleta ha espresso il proprio potenziale migliore e ha raggiunto un suo risultato. L’Olimpiade non è quella ogni 4 anni fatta di 5 cerchi, l’Olimpiade per i bambini è riuscire dare il proprio meglio in ogni occasione. Purtroppo oggi molti tecnici pensano molto al riscontro cronometrico e molto meno alla costruzione di un uomo”.

Be Sociable, Share!